Il Disturbo Specifico del Linguaggio (DSL) è un insieme di quadri clinici molto eterogenei, caratterizzati da un disordine nella comprensione e/o produzione linguistica in una o più componenti: fonologica, semantica, morfosintassi e pragmatica. I Disturbi specifici del Linguaggio possono essere diagnosticati solo in assenza di alterazioni neurologiche, di compromissioni del sistema sensoriale e di ritardo mentale o fattori ambientali carenti.

Ritardo o disturbo?

L’età di 3 anni rappresenta una sorta di spartiacque tra i bambini cosiddetti “Parlatori Tardivi” e i bambini con un possibile DSL (Disturbi specifici del Linguaggio).

I Parlatori Tardivi sono una categoria di bambini che produce meno di 50 parole all’età di 24 mesi o comunque in assenza di combinazione di due o più parole nella formazione delle prime frasi.

Gli Indicatori di rischio possono essere: familiarità per ritardo/disturbo di linguaggio e presenza di otiti ricorrenti nei primi anni di vita.

Un bambino che presenta ritardo nel produrre le prime parole andrebbe sottoposto a uno specifico esame del linguaggio avvalendosi della figura del logopedista, psicologo o neuropsichiatra e otorino in caso di necessità.

Spesso i genitori di questi bambini si sentono dire di aspettare e che il linguaggio “uscirà da solo”, perdendo però così tempo prezioso per eventuali diagnosi e interventi.

Principali Aree di intervento

si occupa in maniera mirata di attività clinica, consulenza e formazione nei seguenti ambiti:

Certificazione DSA

I disturbi specifici di apprendimento comprendono dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia… 

Logopedia per adulti

  • problemi di voce (disfonia)
  • balbuzie (disfluenza)
  • alterazioni linguistico-comunicative secondarie a danni neurologici

Riabilitazione Foniatrica

Hai Bisogno di informazioni?




    Acconsento al trattamento dei dati personali > leggi la nostra Privacy policy 

    Accetto

    Prenota un appuntamento

    CHIAMA ORA